FOTO DEL BORGO

Papasidero è un antico borgo della Valle del Lao situato a 208 metri di quota, sotto le falde meridionali del Monte Ciagola. Nel suo territorio la presenza umana risale alla preistoria, come mostrano i rinvenimenti paleontologici della Grotta del Romito, vero gioiello dell’arte rupestre in Italia. Nel corso dell’alto Medioevo fu uno dei centri principali dell’area del Mercurion, in cui dimorarono decine di monaci basiliani. L’abitato odierno sorse con molta probabilità nel periodo longobardo, in un luogo già abitato dai monaci, inizialmente come punto di sosta delle carovane che scendevano lungo la valle del Lao. Di notevole interesse architettonico sono il Santuario di Santa Maria di Costantinopoli, situato lungo il corso del fiume Lao, la Cappella di Santa Sofia con i suoi affreschi bizantini, la chiesa matrice di San Costantino, il Castello, la chiesa di San Rocco, quella di San Francesco di Paola e quella della Madonna del Carmine. Suggestivo e particolare è il vecchio Sentiero del Monaco, un antica via mulattiera che metteva in comunicazione il centro di Papasidero con quello di Orsomarso, lungo il quale sono ben visibili antiche edicole del periodo basiliano. Il suo territorio ricade nell’area del Parco Nazionale del Pollino ed è una metà turistica per gli appassionati dell’escursionismo e per gli amanti del Rafting.